Hotel Signum Salina – Vivere un sogno

Nel cuore dell’isola di Salina, tutto l’incanto dell’Hotel Signum, struttura quattro stelle lusso che unisce il fascino della tradizione eoliana a servizi esclusivi ed esperienze uniche

Di Adriano Fiore
Ph Paolo Carotenuto

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Ci sono posti nel mondo che, anche solo rievocandone il nome o un’immagine, sono in grado di generare un’emozione che inaspettata ti inebria e rapisce. L’Hotel Signum, splendida struttura immersa nella natura selvaggia di Malfa, comune dell’isola di Salina, è uno di quei posti, poiché attraverso l’esaltazione del patrimonio naturalistico eoliano e l’abilità di curare nel particolare ogni tipo di servizio, riesce da anni ad offrire ai propri ospiti un’esperienza di vacanza nuova ed al contempo eccezionale. Tra i profumi tipici dell’isola, tra i suoi colori talvolta contrastanti e sempre accesi, tra sapori unici fatti di cucunci e malvasia, si vive un’esperienza caratterizzata da relax e tranquillità, in un’atmosfera quasi sognante. La grande terrazza del Signum diventa ogni giorno palcoscenico di indimenticabili tramonti, con protagonisti sullo sfondo Lipari e Vulcano. Ovvio, però, che nulla nasce per caso, e solo grazie al tanto lavoro di Clara Rametta e dei suoi figli Luca e Martina Caruso la struttura da anni garantisce degli standard qualitativi di altissimo livello, unendo il lusso ed il design alla salvaguardia dello stile tipico eoliano.

“L’idea alla base della nostra struttura – ci svela Clara – è stata fin dall’inizio (oramai 27 anni fa) quella di ricreare l’atmosfera propria di una casa aperta agli ospiti. Anche quando compriamo mobili o ristrutturiamo qualcosa, lo facciamo sempre come se lo stessimo facendo per casa nostra, e questo crediamo sia la chiave di tutto”. L’hotel, in questi quasi trent’anni, infatti è cambiato non nel suo concept ma sicuramente nell’offerta e nella sua conformazione, includendo oggi una bellissima piscina, giardini ricchi di fiori ed alberi da frutto, una SPA completa di percorsi benessere ed area relax, un ristorante d’eccezione in “odore” di stella Michelin e ben 27 camere tra cui diverse bellissime suite. “Le camere sono tutte molto differenti fra loro – spiega Luca – cercando di unire la tradizione e l’antico con il nuovo design italiano e le innovazioni più belle e funzionali. È questo quello che vogliono e che si aspettano i nostri clienti, sia italiani sia internazionali”. Il Signum, infatti, è scrigno prezioso ed insieme rifugio per turisti provenienti da tutto il mondo, i quali, pur provenendo da culture anche molto differenti e lontane, si calano alla perfezione nelle tipicità isolane offerte dalla struttura, riguardo l’accoglienza, il soggiorno ed ovviamente i percorsi enogastronomici. “Per il futuro – continua Luca – puntiamo al mercato russo e asiatico nonché a quello dei Paesi Nordici, offrendo tuttavia semplicemente ciò che ci contraddistingue: la natura, il sole, il mare, il buon cibo ed un gusto unico nella cura dei dettagli”. A proposito di buon cibo, la cucina di Martina merita un capitolo a parte: dopo anni di gavetta con i più grandi chef, tra cui il pluristellato Gennaro Esposito, è lei la regina di un tempio del gusto che, a pranzo come a cena, offre piatti dal gusto unico e ricercato. “I sapori che proponiamo sono quelli tipici della nostra terra, rivisitati tuttavia con qualche contaminazione propria di altre culture culinarie ma sempre orientati alla scoperta, per i nostri ospiti, delle prelibatezze italiane, pilastro inamovibile della cucina mediterranea”. I piatti che arrivano in tavola, accompagnati sempre da un’attenta selezione di vini, sono delle vere opere d’arte al solo guardarle, riuscendo tuttavia a non tradire le aspettative anche quando le si assapora con gusto, in un interessante crogiuolo di sapidità.

Infine, altro elemento che completa nel particolare l’esperienza di vacanza offerta dall’Hotel Signum è quello relativo alla meravigliosa SPA, con la passeggiata flebologica, la grande vasca idromassaggio, le piscine e la stufa di vapore collocata in un “thalos”, una fedele ricostruzione dell’antica stufa termale micenea delle terme di San Calogero di Lipari. Una fonte naturale d’acqua geotermica alimenta il percorso benessere dell’area all’aperto, in cui è possibile lasciarsi “coccolare” con trattamenti che vedono l’utilizzo dei prodotti tipici dell’isola, dalla malvasia, ai capperi, fichi d’india e agrumi vari.

Negli occhi di ciascun ospite, riuscendo a scandagliare lo sguardo intriso di tranquillità e pace, è facile leggere un unico pensiero comune: “Qui non manca proprio niente” sembrano pensare tutti, in un luogo dove realtà e immaginazione camminano di pari passo. Come chiarisce Clara, “a parte il quotidiano lavoro nostro e di tutto lo staff, nel tempo non abbiamo dovuto far altro che far ‘scoprire’ la nostra isola a quante più persone possibile, poi il resto è venuto da sé…”, ed è proprio così, basta vivere anche solo per pochi giorni l’esperienza di Salina e dell’Hotel Signum per restarne ammaliati al punto da volerla ripetere tutte le volte possibili. E anche solo scrivendone, la si sogna ancora un po’…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...